INCENTIVI PER L’ASSUNZIONE DI LAVORATORI SVANTAGGIATI IN CAMPANIA – ANNUALITA’ 2016

A seguito della pubblicazione sul BURC dell’11/07/2016 dell’ Avviso Pubblico “Incentivi per l’assunzione di lavoratori svantaggiati in Campania – Annualità 2016”, la Regione Campania ha previsto incentivi per tutte le aziende aventi sede operativa in Regione Campania che hanno effettuato assunzioni a tempo indeterminato con decorrenza dal 01/01/2016 al 31/12/2016.

BENEFICIARI DEL FINANZIAMENTO:

Hanno titolo a presentare domanda le imprese aventi sede sul territorio regionale costituite in forma di ditta individuale, società di persone o capitali, cooperative (anche sociali), consorzi, associazioni iscritte presso le competenti Camere di Commercio. Hanno altresì titolo i lavoratori autonomi e le associazioni di professionisti iscritte presso i competenti albi/registri.

Il beneficio viene concesso per le assunzioni, a tempo indeterminato e che comportino un incremento netto di nuovo personale rientrante in una delle seguenti categorie:

 Lavoratori svantaggiati:

  • chi non ha un impiego regolarmente retribuito da almeno 6 mesi;
  • chi non possiede un diploma di scuola media superiore o professionale;
  • lavoratori che hanno superato i 50 anni di età e di età compresa tra i 15 ed i 24 anni;
  • adulti che vivono soli con una o più persone a carico;
  • lavoratori occupati in settori caratterizzati da un tasso di disparità uomo-donna superiore al 25%;
  • membri di una minoranza nazionale all’interno di uno stato membro che hanno bisogno di consolidare conoscenze linguistiche, di formazione professionale o di lavoro.

Lavoratori molto svantaggiati:

  • chi è privo da almeno 24 mesi di impiego regolarmente retribuito;
  • lavoratore privo da almeno 12 mesi di impiego regolarmente retribuito che appartiene alla fascia di età 15 – 24 anni e/o a una minoranza etnica.

Lavoratori con disabilità:

  • chiunque sia riconosciuto come lavoratore con disabilità a norma dell’ordinamento italiano;
  • chiunque presenti menomazioni fisiche, mentali, intellettuali o sensoriali

REQUISITI PER LA CONCESSIONE DEL BENEFICIO

Le assunzioni, riferite al periodo compreso tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2016, devono rappresentare un aumento netto del numero di dipendenti a tempo indeterminato mediamente occupati nei dodici mesi precedenti la data di assunzione.

Le assunzioni devono essere mantenute per almeno 12 mesi (lavoratori “svantaggiati”) ovvero per 24 mesi (lavoratori “molto svantaggiati” e con disabilità)

Il beneficio non potrà essere concesso:

  • per i contratti di apprendistato;
  • per i contratti di somministrazione;
  • per i contratti di lavoro intermittente (c.d. a chiamata)
  • per i contratti di lavoro domestico;

QUANTIFICAZIONE DELL’INCENTIVO

L’incentivo è quantificato nella misura corrispondente alla percentuale contributiva INPS a carico ditta, per un massimale di € 8.060,00 per ogni lavoratore “svantaggiato” e di € 16.120,00 per ogni lavoratore  “molto svantaggiato” o “con disabilità”.

Nell’eventualità per il lavoratore oggetto di domanda, l’assunzione sia avvenuta ai sensi della Lg. 208/2015 (sgravio contributivo previsto dal Jobs Act), dal beneficio richiesto dovrà essere decurtata la somma già fruita a titolo del suindicato sgravio contributivo.

EROGAZIONE:

L’incentivo sarà erogato a consuntivo (dopo 12 o 24 mesi dall’assunzione) se rispettati i seguenti requisiti:

  • mantenimento del posto di lavoro del lavoratore oggetto di domanda d’incentivo;
  • mantenimento del livello occupazionale (espresso in ULA) dei dipendenti a tempo  indeterminato;

Si ricorda che dal 18/07/2016 è possibile avviare la fase di registrazione dell’azienda sul sito regionale  mentre a partire dal 28/07/2016 sarà possibile inviare le domande di incentivo che saranno ammesse fino ad esaurimento fondi.

LA DUE DILIGENCE FISCALE E CONTABILE

La due diligence è una fotografia particolareggiata dello stato dell’azienda e prevede un’attività di indagine finalizzata alla raccolta e alla verifica di tutte le informazioni necessarie per valutare le attività di un’azienda. L’attività di due diligence viene principalmente svolta nei progetti di acquisizione di partecipazioni sociali, fusioni o scissioni, cessioni e affitti di azienda, di quotazione in borsa, di aumento di capitale o per la stipulazione di un contratto di joint venture. (altro…)